Le basi del Forex

Per coloro che desiderino affacciarsi nel mondo del Mercato Forex è utile conoscere l’abc che sta alla base di questo tipo di trading o meglio le nozioni base fondamentali per poter fare trading.
Come noto, il mercato Forex si basa sostanzialmente sulla compravendita simultanea  di valuta sfruttando l’oscillazione del tasso di cambio. Gli  elementi fondamentali di ogni contratto forex sono quindi le coppie di valute (base currency e quote currency), il tasso di cambio e l’ammontare dell’operazione.

Gli strumenti derivati che è necessario conoscere per operare su Forex sono:

Forward Transaction: lo scambio tra le controparti avviene stabilend oa priori i parametri della transazione per una data futura nella quale si svolgerà l’investimento, indipendentemente dalla situazione del mercato evitando così gli eventuali  rischi dovuti alla fluttuazione dei tassi di cambio. Questo tipo di contratto impegna a scadenza entrambe le parti obbligandole all’esecuzione dello e chi dovesse venirne meno andrebbe in fallimento o default.

Utilizzando questo strumento si può avere una ‘long forward position’ se l’acquirente si impegna ad acquistare, nella data prestabilita, il sottostante al prezzo concordato; se invece è il venditore che si impegna a cedere il sottostante al prezzo stabilito si parla di ‘short forward position’ . Indipendentemente dalla tipologia, il contratto forward impegna a scadenza entrambe le parti obbligandole all’esecuzione dello scambio e chi dovesse venirne meno andrebbe in fallimento o default.

Futures: anche questo tipo di contratto prevede che le controparti si impegnino ad uno scambio a una certa scadenza e ad un determinato prezzo in base alle condizioni stabilite durante la stipula dell’accordo, a differenza delle forward però, la trattazione avviene in mercati organizzati e centralizzati in cui importi e valute sono soggetti a standardizzazione.

Swap: questo tipo di contratto prevede che le controparti si accordino per scambiarsi valuta per un certo periodo di tempo, impegnandosi ad invertire la transazione in una data futura.

Esistono  currency swap che riguardano lo scambio di capitale ed interessi; interest rate swap in cui le controparti si scambiano pagamenti periodici di interessi calcolati su una somma di denaro di riferimento per un periodo di tempo stabilito nell’accordo.  In questo modo si possono creare nuove opportunità finanziarie che altrimenti non sarebbero conseguibili.

Spot: definito anche ‘scambio a pronti’ e in cui le parti coinvolte eseguono lo scambio contestualmente.