Dipendenti pubblici: categoria troppo bistrattata?

dipendente-pubblicoIn Italia gli impiegati pubblici sono una delle categorie più bistrattate in assoluto, spesso immaginata come quella degli assunti che rubano lo stipendio, dei parassiti con il posto fisso. Nell’immaginario collettivo sono oziosi, non hanno voglia di lavorare e, per questo, non sono molto amati, anzi.

A volte ci sono dei dipendenti ministeriali o pubblici che sbagliano e che vengono, giustamente, attaccati, ma quel che si sbaglia è che si tende a fare di tutta un’erba un fascio.

Ad essere criticati non sono solo i dipendenti che si trovano dietro allo sportello, ma anche i direttori generali, i ministri ed i sottosegretari che sono pagati anche profumatamente.

Avendo ora disegnato, a grandi linee, la situazione dei dipendenti pubblici in Italia, la domanda che ci poniamo è: ma è sempre vero?

Partiamo con il dire che il numero degli impiegati pubblici del nostro paese è nella media europea. Da noi il 5,88% del totale della popolazione ha un lavoro pubblico, in Germania il 5,47%, in Inghilterra il 3,41%, in Francia l’8% e addirittura in Svezia il 12,36%. Allora, perché tutto questo astio? Da dove parte?

Dobbiamo tornare un po’ indietro nel tempo per capire che i dipendenti pubblici sono da sempre stati visti come avvantaggiati nel loro lavoro, una sorta di raccomandati.

Partiamo con il dire che vincere un concorso pubblico non è sempre facile e che, a detta di tanti, bisogna avere le conoscenze giuste.

Inoltre, considerando che la qualità dei servizi erogati dal pubblico è decisamente scadente, ecco che lo stipendio che essi percepiscono viene visto come “rubato”, non guadagnato.

Se a questo aggiungiamo che i pubblici hanno dei grandi vantaggi rispetto ai privati: ad esempio esistono diverse categorie di prestiti a dipendenti e, guarda caso, quelli per i dipendenti pubblici hanno dei tassi di interesse ben più convenienti rispetto alle soluzioni previste per i privati (per non parlare del paragone con i prestiti per autonomi).

Come si sentono, i cittadini, di fronte a tutto questo? Qual’è il sentimento che prevale tra il popolo? Frustrazione, la sensazione di “casta” è papabile e c’è da dire che il governo non fa nulla per smentire questo modo di vedere. Anche se fare il dipendente pubblico non è così vantaggioso come si potrebbe pensare.